Primi Passi

All’ingresso il paziente viene accolto da un operatore dell’équipe che lo accompagna nella sua camera, gli presenta l’organizzazione della struttura e gli consegna un kit d’ingresso (manuale per la compilazione della Recovery Star, planning delle attività settimanali e regole comportamentali di permanenza). Successivamente il paziente viene valutato dal medico psichiatra, che provvede all’apertura della cartella clinica informatizzata.

Fin dai primi giorni dall’ingresso il paziente viene inserito nelle attività di struttura, compatibilmente con il suo quadro clinico.

Nel corso delle prime 4 settimane il paziente viene invitato a partecipare a una serie di valutazioni, tra cui un ruolo centrale è assunto dalla Mental Health Recovery Star. Tra le scale psicometriche somministrate troviamo poi la CGI, la HoNOS e la PANSS.

Entro 45 giorni dall’ingresso, il TeRP coordinatore d’équipe si occupa di redigere il Progetto Riabilitativo Individualizzato (PRI) sulla base delle indicazioni del Servizio inviante, dell’osservazione clinica, dell’andamento iniziale del paziente nelle attività riabilitative, dell’esito delle valutazioni psicometriche e, non da ultimo, dei valori del paziente. Nel PRI vengono indicati gli obiettivi, definiti in coerenza con i criteri SMART (risultando pertanto Specifici, Misurabili, Accessibili, Realistici e definiti nel Tempo). Per ogni obiettivo, vengono poi indicate le azioni/strategie da adottare per il suo raggiungimento, i responsabili della messa in atto di tali strategie e l’intervallo di tempo che si ipotizza essere necessario perché si realizzi il cambiamento (gli obiettivi vengono generalmente suddivisi in obiettivi a breve, medio e lungo termine).